BORRACCE ECOLOGICHE, UNA MODA CHE PIACE ANCHE AL PIANETA

Quando nel 1851 Pietro Guglielminetti progettò la prima borraccia per i soldati che andavano in guerra, non avrebbe mai immaginato che molti anni più tardi quello stesso oggetto sarebbe servito per un altro tipo di battaglia: quella contro il cambiamento climatico

PERCHÉ LE BOTTIGLIE DI PLASTICA SONO NOCIVE PER L’AMBIENTE

Negli ultimi anni si parla sempre più spesso di inquinamento da plastica e di tutte le conseguenze che ne derivano, in particolar modo per l’ecosistema marino. Abbiamo tutti in mente le dolorose immagini di mari cosparsi di rifiuti di plastica galleggiante e a primeggiare è sempre la bottiglia di plastica.

La ragione di questo grande danno ambientale deriva dal fatto che la plastica è un materiale non biodegradabile e la natura impiega moltissimi anni per disintegrarla. Ma nel nostro piccolo, c’è qualcosa che possiamo fare per migliorare la situazione? Possiamo iniziare ad utilizzare una borraccia, grande alleato sia dell’ambiente, perché aiuta a ridurre lo spreco di plastica legato all’acquisto di bottigliette d’acqua, sia della nostra salute, perché ci aiuta a ricordarci di bere più acqua contribuendo a migliorare la nostra idratazione quotidiana.

La borraccia è un oggetto utilissimo per conservare bevande di vario tipo, sia calde che fredde, coniugando il lato estetico con quello etico. Sul mercato si trovano ormai tantissimi tipi di borracce: in plastica, vetro, acciaio, alluminio, fino alle tascabili, molte delle quali sono perfino personalizzabili.

Orientarsi nella scelta della più funzionale può essere difficile, cerchiamo allora di fare un po’ di chiarezza.

QUALE BORRACCIA SCEGLIERE?

Il mercato delle borracce è in continuo fermento e diventa sempre più difficile capire quale tipologia è più adatta alle nostre esigenze. Ma se a guidarci è una scelta etica, allora la classificazione migliore che si può fare è in base al materiale di cui sono fatte. Scopriamo insieme pro e contro di ciascun materiale.

 

BORRACCIA IN PLASTICA
  • Pro: ancora plastica? Si, ma questa volta parliamo di una plastica più resistente e non usa e getta che mantiene la leggerezza e la praticità della bottiglia di plastica normale.
  • Contro: la plastica contribuisce maggiormente alla formazione di muffe e batteri che generano un cattivo odore spesso difficile da debellare. Inoltre, non durano molto a lungo e resta il problema del loro smaltimento.
BORRACCIA IN VETRO
  • Pro: il vetro è un materiale eccezionale per contenere i liquidi. È totalmente riciclabile e non assorbe nessun tipo di odore dai liquidi contenuti. Non solo: il vetro utilizzato per questo tipo di borraccia è di tipo borosilicato, cioè con caratteristiche elevate di durabilità, meno fragile di quello tradizionale, e dunque perfettamente resistente anche a temperature estreme, sia elevate che sottozero.
  • Contro: sono più pesanti rispetto alle borracce realizzate con altri materiali e se cadono si possono rompere facilmente.
BORRACCIA IN ALLUMINIO
  • Pro: tra i vantaggi della borraccia termica in alluminio c’è sicuramente la leggerezza assimilabile a quella di una bottiglietta di plastica.
  • Contro: l’alluminio non è un materiale inossidabile, per cui le borracce termiche in alluminio hanno spesso un rivestimento interno in ceramica che trattiene maggiormente gli odori dei liquidi. Ciò significa che necessitano di una manutenzione più attenta e costante.
BORRACCIA IN ACCIAIO
  • Pro: l’acciaio inox è il materiale ideale per realizzare una borraccia: è resistente, inossidabile, ecologico e con un’ottima capacità di isolamento termico. Questo significa che anche inserendo bevande acide non si rischia di corroderlo. È da segnalare, inoltre, la completa inattaccabilità dell’acciaio inossidabile da parte di germi, muffe e batteri, tale da rendere inalterabili i sapori, e mantenere perfettamente igienico il contenitore.
  • Contro: è più pesante rispetto alle altre tipologie.
l

COME PULIRE LE BORRACCE

Lavare le borracce eliminando tutti i cattivi odori è abbastanza semplice, ma per una manutenzione ottimale è necessaria un po’ di attenzione quotidiana.

Riempite il contenitore con dell’acqua e una goccia di sapone per i piatti, agitate energicamente per alcuni secondi, poi svuotatela e fatela asciugare.

Se questo non dovesse bastare, per eliminare gli odori più ostinati è possibile utilizzare bicarbonato di sodio e aceto bianco, lasciate agire la soluzione per qualche minuto e risciacquate. Se la borraccia è in alluminio evitate di pulirla con sostanze acide o bicarbonato.

Alcuni tipi di borracce sono lavabili anche in lavastoviglie, ma è sempre necessario far riferimento alle istruzioni.

Ci sono tanti piccoli gesti quotidiani che possiamo fare ogni giorno per limitare lo spreco e la produzione di oggetti di plastica e per ognuno di questi esiste un’alternativa sostenibile alla portata di tutti. Utilizzare una borraccia è un piccolo passo per uno stile di vita sempre di più rifiuti zero.

E ora che hai scelto la tua borraccia ecosostenibile, riempila e portala con te per un’esperienza di trekking urbano!

CHICCO Borraccia Inox Gatto 350 ml

Borraccia Termica Drinky in acciaio inox, pratica e riutilizzabile.

CHICCO Borraccia Inox Pinguino 350 ml

Borraccia Termica Drinky in acciaio inox, pratica e riutilizzabile.

CHICCO Borraccia Inox Volpe 350 ml

Borraccia Termica Drinky in acciaio inox, pratica e riutilizzabile.
Hai già la nostra app? Clicca ed entra subito nel mondo dei servizi di LloydsFarmacia!