Indice

1. Cosa sono le ondate di calore?

2. Il colpo di calore

3. Uso dei farmaci in estate

Che d’estate sia caldo si sa, ma quello a cui è necessario prestare attenzione sono le ondate di calore, in particolare per tutelare le categorie più fragili come gli anziani, i bambini e le persone affette da patologie croniche. Oltre ai rischi per la salute, con il caldo intenso l’utilizzo e l’approvvigionamento dei farmaci può diventare difficoltoso ma, fortunatamente, diversi accorgimenti possono venirci in aiuto, come ad esempio la consegna a domicilio dei farmaci dove possibile.

cosa sono le ondate di calore?

Come riposta il Ministero della Salute sono condizioni meteorologiche estreme che si verificano quando si registrano temperature molto elevate per più giorni consecutivi, spesso associate a tassi elevati di umidità, forte irraggiamento solare e assenza di ventilazione; tali condizioni rappresentano un rischio per la salute della popolazione. Un’ondata di calore è definita in relazione alle condizioni climatiche di una specifica città e non è quindi possibile individuare una temperatura-soglia di rischio valida a tutte le latitudini.

Le ondate di calore possono produrre effetti nocivi sulla salute, come riduzione delle capacità psico-fisiche, ansia, svenimenti, insonnia ma anche sintomi severi come cali bruschi della pressione, colpi di calore, congestione, edema degli arti inferiori o, in generale, un peggioramento di patologie preesistenti.

È quindi molto importante prestare attenzione ai bollettini che vengono diramati per avvertire la popolazione sull’arrivo di ondate di calore nelle singole città.

I rischi per la salute sono diversi, primo tra tutti il colpo di calore.

Il colpo di calore

Col termine colpo di calore, o Ipertermia, si intende un disturbo molto serio dovuto ad un rapido aumento della temperatura corporea che si verifica in particolari condizioni climatiche: caldo molto intenso, alti tassi di umidità, mancanza di ventilazione. Accade quindi che i meccanismi di autoregolazione del nostro organismo non riescono a disperdere il calore interno, la temperatura interna sale pericolosamente anche fino ai 40-41°C, mentre la cute diventa calda e disidratata.

Sintomi del colpo di calore

Riconoscere il colpo di calore è molto importante. I sintomi possono essere vari e diversi: tra questi si annoverano debolezza, febbre, abbassamento della pressione arteriosa, nausea e vomito, vertigini, sete intensa, perdita di lucidità e disorientamento. Il colpo di calore può determinare danni molto seri e causare la morte se non trattato tempestivamente.

Come prevenire i colpi di calore

Fermare il caldo e l’umidità estivi è sicuramente impossibile, prevenire i colpi di calore, invece, non solo è possibile ma anche piuttosto facile: non serve che adottare alcuni semplici comportamenti.

Sicuramente per evitare un colpo di calore è utile mantenersi sufficientemente idratati; uscire nelle ore più fresche della giornata quando possibile; evitare di svolgere attività fisica in quelle più calde; indossare abiti comodi e leggeri, preferibilmente in fibre naturali che favoriscono la traspirazione rispetto alle fibre sintetiche; bagnare la testa e rinfrescare il corpo con bagni o docce; fare pasti leggeri e facilmente digeribili; durante le ore notturne e al mattino presto, arieggiare la casa al fine di mantenerla fresca.

Uso dei farmaci in estate

Con l’arrivo della stagione estiva è importante conservare e assumere i farmaci con estrema cautela. Il caldo può influire sull’utilizzo di alcuni medicinali, come ad esempio gli antipertensivi, per i quali si raccomanda di monitorare la pressione sanguigna e non modificare i dosaggi senza prima aver consultato il proprio medico, è bene evitare di ricorrere al fai da te. 

Oltretutto, il calore può compromettere l’integrità, la sicurezza e l’efficacia dei medicinali, mettendo in pericolo il nostro stato di salute. Pertanto, in estate, complici le elevate temperature e un numero maggiore di spostamenti in vista delle ferie, è necessaria qualche accortezza in più così da conservare e trasportare i farmaci nella maniera più corretta.

Come conservare i farmaci in estate?

Operatori sanitari, tutti i soggetti della filiera ed enti come l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) mettono a disposizione dei cittadini consigli e materiali destinati al loro coinvolgimento e sensibilizzazione circa tale tema.

Per salvaguardare l’integrità dei farmaci, non ridurne l’efficacia, la qualità e la sicurezza basta seguire pochi ma semplici ed efficaci accorgimenti.

  • Anzitutto, si consiglia sempre di leggere con attenzione il foglio illustrativo e consultare il medico o il farmacista in caso di dubbi.
  • Conservare i farmaci in un luogo fresco e asciutto, ad una temperatura mai superiore a 25 gradi e ben al riparo dai raggi diretti del sole.
  • Quando disponibile in diverse forme farmaceutiche e in assenza di specifiche controindicazioni (ad esempio la difficoltà di deglutizione), sono preferibili le formulazioni solide di un farmaco rispetto a quelle liquide: non contenendo acqua, sono in genere meno suscettibili alle alte temperature.
  • In caso di viaggi o soggiorni fuori casa, trasportare i medicinali in un contenitore termico. In auto non esporli al sole e metterli nell’abitacolo e non nel bagagliaio.
  • Per i viaggi in aereo ricordarsi di mettere i farmaci nel bagaglio a mano e portare con sé le prescrizioni, in particolare se si tratta di farmaci salvavita.
  • Evitare l’uso di contenitori (portapillole) non esplicitamente destinati al trasporto di farmaci, in quanto potrebbero facilmente surriscaldarsi o rilasciare sostanze nocive alterando così le caratteristiche del medicinale.
  • Evitare l’esposizione tra le 11 e le 16 e utilizzare la protezione solare poiché alcuni farmaci possono indurre reazioni cutanee con l’esposizione al sole. È sempre utile informarsi con il proprio medico.
  • Tenere i farmaci all’interno della confezione originale per sapere la data di scadenza e avere a disposizione il foglio illustrativo.
  • Evitare di inserire in uno stesso contenitore medicinali differenti.

D’estate è bene informarsi sull’assistenza territoriale predisposta nel proprio comune e attivare tutte le precauzioni necessarie per evitare le problematiche legate al caldo e, in particolare, alle ondate di calore.

Prima di partire per le ferie, quindi, pensiamo a chi resta in città, accertandoci che familiari, amici e vicini vulnerabili o che vivono soli sappiano come proteggersi dal caldo e soprattutto a chi rivolgersi in caso di necessità.

Per tutelare le persone che restano in città, LloydsFarmacia ha attivato nei mesi di luglio e agosto il servizio gratuito di “Prenotazione&Ritiro in Farmacia” in 219 farmacie, che dà la possibilità di effettuare la prenotazione tramite App LloydsFarmacia e di ritirarla poi in farmacia.

Visita il nostro sito per saperne di più.

Le informazioni contenute nel Sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, non possono in nessun caso sostituire una diagnosi o la prescrizione di un trattamento. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un medicinale o di un integratore è necessario consultare il medico o il farmacista.

Un mondo di servizi ti aspetta: scarica la nostra app e scopri tutti i canali di LloydsFarmacia!
scopri il mondo lloyds