Pelle grassa, secca, normale o asfittica: di che pelle sei?

Il segreto dell’anti-età non è l’ultimo filler o la crema rivoluzionaria, ma l’idratazione.

Facciamo una prova:

premiamo con il dito sulla guancia o sull’avambraccio. Se il segno rimane, la nostra pelle non è ben idratata né elastica al punto giusto.Stessa cosa se la pelle al tatto è ruvida.

Facendo le smorfie allo specchio, quest’ultimo ci restituisce un viso plissé? Parola chiave: emollienza.

Andiamo alla base del problema e scopriamo in cosmetologia le diverse tipologie di pelle.

Ad ognuna di queste classi corrisponde una definizione dermatologica differente, ma a noi interessa identificare il nostro tipo di pelle. Nonostante il tessuto sia il nostro, spesso sbagliamo a capirlo. Prove strumentali hanno dimostrato che il volontario aveva un’idea che non collimava con quella dello strumento. Perché? Fondamentalmente perché siamo tutti diversi e perché le nostre emozioni cambiano con il nostro umore e così il concetto di sé, non permettendo una disamina oggettiva di noi.
La macchina valuta strettamente e al momento quello che siamo veramente. Dunque?

Per semplicità, quattro categorie principali di pelle si identificano a seconda del contenuto di acqua e lipidi superficiali:

  • grassa
  • secca
  • normale
  • asfittica
R

NORMALE

è quella a cui dobbiamo tendere, ma non è facile, perché è quella dei bambini caratterizzata da idratazione elevata e ghiandole sebacee non ancora in funzione, se non all’epoca dello sviluppo ormonale.

R

ASFITTICA

è quella che dà più problemi di identificazione, ma anche di trattamento. Può essere confusa con la secca per il bassissimo tenore in acqua, ma è grassa. Sfortunatamente è il tipo più diffuso nell’area industrializzata per l’inquinamento, certo, ma anche per l’acqua di rubinetto spesso dura e addizionata di clorati.

R

SECCA

non contiene acqua né grassi in quantità sufficiente a mantenere lo stato di salute, è fragile. Si arrossa facilmente e la desquamazione in certi casi è evidente, non solo al tatto.

R

GRASSA

ha un alto contenuto in acqua e grassi che danno un’apparenza lucida. Questo non significa però che vada sgrassata con lo sgrassatore da cucina, anzi il trattamento specifico per la pelle grassa tende a seccare più che a normalizzare e la normalizzazione passa sempre attraverso l’idratazione ben bilanciata con l’apporto di lipidi.

L’idratazione cutanea è legata a lipidi e proteine presenti nel derma, il contenuto dì acqua si distribuisce nel derma, nell’epidermide e nello strato corneo da cui viene liberata con la perspirazio insensibilis o TEWL (Trans Epidermal Water Loss).

Nella pelle normale il contenuto idrico nello strato corneo è tra il 20% e il 35% ed è questa quantità che conferisce alla pelle le sue caratteristiche di morbidezza ed elasticità.

LE CONDIZIONI CLIMATICHE

Incidono sull’idratazione: il freddo, i caloriferi che abbassano l’umidità ambientale. Inoltre, le nostre abitudini di detersione o di vita: detergenti aggressivi, cloro dalla piscina, stress che porta a manifestazioni cutanee in alcuni casi anche intense.

L’UMIDITÀ AMBIENTALE RELATIVA

Dovrebbe stare intorno al 60% perché la pelle mantenga sempre la sua idratazione ottimale. Per i motivi elencati non sempre ci si riesce ed è, quindi, importante scegliere i prodotti adatti sia per la detersione, primo gesto di bellezza, sia per il mantenimento del 20-35% di acqua dello strato corneo e assolvere così al concetto di emollienza.

LA RICERCA COSMETICA

Negli ultimi anni, la ricerca in cosmetica è andata di pari passo con le scoperte in biologia molecolare e fisiologia cutanea e si è passati dalla crema occlusiva a creme più piacevoli da indossare, ma soprattutto molto più efficaci. Nuovi attivi e nuove formulazioni che affiancano e ripensano la struttura della pelle funzionando come integratori: NMF o fattore di idratazione fisiologico, urea e zuccheri in varie combinazioni ricostituiscono il film idrolipidico e rinforzano i lipidi intracellulari trattenendo l’acqua già presente. Attivi, presi in prestito dalla farmacologia, entrano nella composizione delle nostre creme per ricreare la pelle e passare da pelle disidratata a pelle perfetta.