Dal test sulle intolleranze alimentari alla reintroduzione degli alimenti: i nostri consigli

Le reazioni avverse al cibo si classificano in:

  • Allergie alimentari: si manifestano con reazione immediata del nostro sistema immunitario (orticaria, gonfiori a labbra o alla gola)
  • Deficit enzimatici come ad esempio la mancanza di enzimi (lattasi per la degradazione del lattosio)
  • Ipersensibilità ad alcune sostanze presenti negli alimenti
  • Reazioni tossiche come gli avvelenamenti causati da cibi avariati o tossici
  • Intolleranze alimentari. La reazione non è determinata dal sistema immunitario. Si determina uno stato di immuno flogosi (uno stato infiammatorio cronico) che spiega il motivo per cui i sintomi, per altro di natura molto variabile, possono comparire anche dopo alcuni giorni dall’assunzione dell’alimento.
TEST SULLE INTOLLERANZE ALIMENTARI E RISULTATI: COME COMPORTARSI?

I risultati del test sulle intolleranze alimentari non sono mai assoluti. Potrebbe capitare che un alimento al quale sei risultato intollerante con valori anche superiori al 50% possa darti disturbi solo se ti trovi in un periodo di stress o di malattia e nessun sintomo evidente in un periodo di benessere psicofisico.

Se sei risultato intollerante a uno o più alimenti non ti devi allarmare, non dovrai bandirli per sempre. Potrai reintrodurli dopo averli eliminati per un certo periodo di tempo. La lunghezza del periodo di tempo è legata al grado di intolleranza.

Le prime 3-4 settimane in cui inizi a eliminare i cibi sono le più difficili. Puoi andare incontro a stanchezza, dolori muscolari, sbalzi d’umore o disturbi del sonno. Ma non scoraggiarti perché dopo questo periodo potrai vedere i risultati e i benefici che premieranno la tua costanza. Chiedi in LloydsFarmacia per superare più facilmente le prime settimane.

REINTRODUZIONE DEGLI ALIMENTI

 

  • Se hai eliminato i latticini, meglio cominciare reinserendo lo yogurt. Se non noti reazioni per 5 giorni, puoi passare al  latte di mucca
  • Per reintrodurre il frumento, prova un prodotto come i fiocchi di frumento integrali. Fai lo stesso per gli altri cereali
  • Per l’uovo, puoi reinserire prima il solo tuorlo, cotto. In assenza di reazioni, potrai passare all’albume.

Alcuni consigli:

  • Non saltare i pasti: sostituisci sempre gli alimenti da eliminare con alimenti consentiti.
  • Crea una lista di alimenti sicuri, che non ti creano disturbi e cerca di alternarli nella tua dieta in modo da evitare la comparsa di nuove intolleranze.
  • Tieni un diario di sintomi e disturbi. In questo modo potrai tenere sotto controllo i tuoi miglioramenti e ti potrà  essere utile come promemoria in caso di consulto medico.
    • È sempre opportuno, per quanto possibile, mangiare solo alimenti integrali perché i cibi raffinati contengono molti ingredienti nascosti.
Hai già la nostra app? Clicca ed entra subito nel  mondo dei servizi di LloydsFarmacia!